News

Mangiar bene è un gioco da ragazzi

A scuola per imparare la corretta alimentazione, perché il futuro del pianeta passa oggi dalle nostre “forchette”.

sCool Food – Il gioco di carte: Impariamo a Mangiare! è la prima edizione della linea verde Professor Cobblepot, che raggiungerà gli studenti del programma sCOOL FOOD: dal Banco alla Tavola, patrocinato dalla Fondazione MPS. L’obiettivo è di trasformare i giovani consumatori di oggi in consumatori responsabili di domani, attraverso metodologie didattiche innovative tra cui per l’appunto il gioco. Come evidenziato dal Barilla Center for Food and Nutrition, solo l’1% dei bambini assume abitudini alimentari in linea con le raccomandazioni nutrizionali, mentre la maggior parte del loro consumo giornaliero è indirizzato non verso frutta e verdura, bensì verso grassi e zuccheri.

La scuola è dunque luogo privilegiato per formare alle corrette pratiche alimentari volte a costruire un futuro sostenibile e diminuire gli sprechi alimentari, seguendo al contempo il vecchio adagio mens sana in corpore sanoRegole di base per mangiar bene e consapevolmente ci sono, e come anche il semplice e divertente gioco di carte di Gabriele Mari insegna, alcuni cibi più di altri si addicono a uno specifico pasto della giornata, mentre l’apporto di proteine e carboidrati va sempre bilanciato con attenzione.

Due figure di importanza fondamentale per aiutarci a comprendere e a orientare il nostro consumo alimentare giornaliero, sia in direzione di un organismo sano che di un pianeta sano, sono la piramide alimentare e l’impatto ambientale, che trovano entrambe spazio in sCool Food – Il gioco di carte: Impariamo a Mangiare!. Salendo verso il vertice della prima, è indicato in progressione decrescente il consumo periodico suggerito di determinati alimenti. Si va quindi dalla base larga della piramide su cui troviamo cereali, pane, pasta, riso, adatti quindi a costituire il nerbo della nostra alimentazione, fino alla sommità occupata da grassi, dolci e oli, di cui si dovrebbe disporre un consumo ridotto.
Nella piramide ambientale, invece, rappresentata rovesciata rispetto a quella alimentare, gli alimenti sono ordinati in base all’impatto ambientale che la loro produzione implica nella filiera. Per produrre carne, pesce e formaggio, gli allevamenti assorbono enormi quantità di risorse idriche e alimentari, cosa che invece avviene in maniera drasticamente ridotta per quanto riguarda la frutta, gli ortaggi o il pane.
Con le dovute informazioni, imparare a mangiar bene è davvero un gioco da ragazzi!

 

– Tommaso Battimiello
Ufficio Stampa Cobblepot Games

 

Scheda tecnica

sCool Food – Il gioco di carte: Impariamo a Mangiare!
Un gioco di Gabriele Mari
edito da Professor Cobblepot
con il sostegno di Fondazione Monte Paschi Siena
e con la consulenza scientifica di Indaco2.
Età: 6+
Giocatori: 2-6
Durata media della partita: 15 minuti
Componenti: regolamento, 56 carte.
Illustrato da Demis Savini
Sviluppato da eNigma.it
Professor Cobblepot: Educational & Teaching Board Games è un dipartimento altamente specializzato del gruppo Cobblepot Games che conta Sir Chester Cobblepot (Historical & Literary Games) e Young Cobblepot (Family & Party Games)
SirChesterCobblepot.com
info@sirchestercobblepot.com